Se content is The King, chi è The Queen?

white-workspace

Oramai lo sappiamo benissimo: content is the king, il contenuto è il re che governa il web 2.0. Ciò significa che alla base di un business online di successo ci sono testi (ma anche immagini, video, e-book, tutorial, illustrazioni, infografiche) originali, di qualità e seo-oriented. Ma se al content spetta il titolo di re, chi è la regina della rete? Scopriamolo insieme!

I contenuti del web (e in particolare i testi) sono alla base del successo di un sito web, in quanto consentono di creare nuovi leads e nuove opportunità di vendita per il brand. Non si può prescindere, dunque, dal proporre contenuti nuovi, corretti grammaticamente e sintatticamente e interessanti per il lettore. L’arma vincente è raccontare (fare storytelling), offrire informazioni di qualità e fornire risposte appropriate al cliente. Ma c’è un ma…

Content is the king, eccovi svelato chi è la regina

Nel contesto della new economy, per quanto indispensabile, un contenuto editoriale pertinente e di qualità non è sufficiente a ottenere i risultati desiderati in termini di visibilità, interazioni e conversioni. Ciò significa che il re ha bisogno della sua regina, ovvero di una mirata strategia di content marketing. Questa business strategy è necessaria affinché il nostro king possa essere conosciuto e apprezzato dal suo pubblico. La queen, dunque, si occupa sostanzialmente di promuovere e distribuire i contenuti allo scopo di destare l’interesse degli utenti, stabilire relazioni durature e favorire azioni in linea con gli obiettivi commerciali del brand.

In particolare ricordiamo che il content marketing è utile a raggiungere i seguenti obiettivi:

  • aumentare la riconoscibilità del marchio (la cosiddetta brand awareness)
  • aumentare le visite al proprio sito web
  • convertire gli utenti in clienti
  • fidelizzare i clienti già acquisiti
  • creare una lista di contatti clienti realmente interessati al proprio prodotto o servizio (lead generation: in tal modo sarà possibile comunicare direttamente con il proprio target di riferimento.)

Una definizione autorevole di content marketing è stata fornita dal Content Marketing Institute:

Content marketing is a strategic marketing approach focused on creating and distributing valuable, relevant, and consistent content to attract and retain a clearly-defined audience — and, ultimately, to drive profitable customer action” (Il content marketing è una tecnica di marketing basata sulla creazione e la distribuzione di contenuti di valore, rilevanti e consistenti allo scopo di attrarre e acquisire un pubblico ben definito – con l’obiettivo di indirizzarlo a compiere azioni vantaggiose)

Ecco alcuni dei principali tool del content marketing

Per raggiungere gli obiettivi sopracitati è necessario servirsi di specifici strumenti e di coordinarli in maniera tale da ottenere il miglior risultato possibile. Tra i tool più indicati a mettere in atto una strategia di content marketing vincente, segnaliamo i seguenti:

  • i social media (Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Pinterest, Snapchat, ecc.) uno degli strumenti più utili per la distribuzione dei contenuti di valore sono senz’altro i social media: essi, infatti, sono spazi virtuali frequentati da milioni di utenti che interagiscono e si confrontano. In questo contesto ascolto ed engagement sono le parole chiave per consolidare il proprio pubblico. I social media, infatti, non devono essere intesi come semplice luogo di distribuzione di contenuti, ma vanno utilizzati soprattutto per creare occasioni di interazione e coinvolgimento. I social media, in altri termini, hanno annullato le distanze tra utenti e azienda;
  • le newsletter: per distribuire i propri contenuti a un target mirato, è necessario sfruttare lo strumento newsletter . Solo grazie a questo canale sarà possibile rivolgersi a un pubblico sinceramente interessato. Un buon metodo consiste nel richiedere l’indirizzo mail a coloro che sono interessati a scaricare un contenuto di valore dal proprio sito (ad esempio sotto forma di e-book).
  • il guest posting: un’altra strategia per distribuire con successo i propri contenuti editoriali è quella di pubblicarli su altri siti che accettano di ospitarli. Questa visibilità extra consente di migliorare la reputazione e la riconoscibilità del brand.

Insomma anche in questo caso è assolutamente vero ed efficace il vecchio detto secondo cui dietro un grande uomo, c’è una grande donna. Il content, il nostro re, senza la propria regina, ovvero una adeguata strategia di content marketing, rimarrebbe isolato e senza regno.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2013 - 2017 Bru Writer. All rights reserved.
Host by Web Hosting
Chiedimi ora unPreventivo Gratuito