Esistono molti modi per generare lead con il tuo blog mentre riesci a connetterti davvero con il tuo pubblico. Un servizio di lead generation, come quello di Ediscom, presenta numerosi vantaggi: uno di questi è creare una struttura con cui puoi offrire contenuti veramente rilevanti, di valore e coerenti con i tuoi messaggi in tutti i contesti social, attraverso specifiche strategie ben definite che andremo a vedere in questo articolo.

Siamo onesti, bloggare per generare lead qualificati richiede molto impegno e investimenti. Il successo non arriva dall’oggi al domani.

Vuoi sapere se sei sulla strada giusta per ottimizzare la generazione di lead attraverso il tuo blog aziendale? Continua attento alle seguenti righe.

Lead è un utente che ha fornito le proprie informazioni di contatto tramite il modulo su una pagina di destinazione. Solitamente vengono generati offrendo contenuti di valore che l’utente può scaricare tramite alcuni supporti aziendali (web, blog, social network, …).

Il blog aziendale è uno degli strumenti più importanti per generare lead qualificati, a condizione che sia completamente ottimizzato. Al fine di massimizzare e valorizzare i contenuti del tuo blog aziendale, al fine di attirare più traffico e generare più potenziali clienti, devi sottolineare tutti i punti di questa checklist.

 

KPI da tenere in considerazione per ottimizzare la generazione di lead per il tuo blog aziendale

Poniti la seguente domanda: cosa stai cercando di ottenere con il tuo blog aziendale?

Il tuo obiettivo può essere di vario genere: generare traffico, far nascere potenziali clienti, posizionarti come esperto nel tuo settore…ma il fine per raggiungere quell’obiettivo non potrà mai essere orientato alla diffusione di messaggi di vendita. Il blog non funziona come strumento di vendita diretta (nonostante molte aziende insistano nell’usarlo esclusivamente a questo scopo).

I consumatori hanno imparato a ignorare il tenore di sé – la promozione, finalizzato alla vendita di un particolare prodotto o servizio, priorità il vero valore patrimoniale, in grado di soddisfare le esigenze e le problematiche degli utenti (e che diventano di contenuti virali grazie alla potenza di dei social canali).

I seguenti 8 consigli ti aiuteranno a ottimizzare i contenuti del tuo blog, per diventare un vero guru, nella tua nicchia.

 

1- Conosci il tuo cliente ideale.

Crea un profilo dei tuoi diversi buyer potenziali e pensa a una strategia per i contenuti del blog adattata alle loro esigenze. Per raggiungere questo obiettivo, ti sarà d’aiuto elaborare strategie specifiche, con le quali incoraggerai l’utente ad affrontare le proprie sfide e raggiungere i propri obiettivi.

 

2- Rispondi alle domande dei tuoi lettori per creare fiducia e autorità.

Ad esempio, poiché diversi lettori ci hanno chiesto informazioni sull’utilizzo del blog come strumento di vendita, per risolvere questa domanda, stiamo pubblicando questo articolo.

 

3- Includi appuntamenti con eccellenze nel tuo settore.

Questo ti aiuterà a mostrare ai potenziali clienti che sei ben posizionato e connesso nel tuo settore. Inoltre, se le persone che hai nominato promuovono il tuo messaggio attraverso i canali social, il successo è garantito.

 

4- Crea articoli in background che inducano l’utente a chiedere cose.

Sia Google che gli utenti amano i contenuti utili e pertinenti. Cerca di andare oltre nei tuoi articoli, attirando il lettore attraverso il valore aggiunto che puoi offrire.

 

5- Accontenta il tuo pubblico.

Un errore commesso da molti blog aziendali è quello di basare la propria strategia di contenuto sul gradimento solo di Google, attraverso diversi modelli SEO: URL amichevoli, parole chiave pertinenti… Un consiglio: se fai innamorare di te i tuoi potenziali clienti, anche Google prima o poi lo farà

 

6- Appoggiati alla creazione di landing page.

Il blog aziendale, come abbiamo accennato prima, non è uno strumento di vendita diretta, ma consente di reindirizzare un grande volume di traffico segmentato, che è andato oltre, attraverso il funnel di vendita tramite il nurturing, verso altri supporti molto più orientati alla conversione, come è il caso di una pagina di destinazione.

 

7- Inserisci immagini di qualità, che aggiungono valore al testo.

Gli esseri umani sono visivi per natura: il cervello umano ricorda circa il 10% del contenuto che una persona legge e il 20% di ciò che sente, ma, visivamente, conserva il 30% di ciò che vede. Cerca di aggiungere valore attraverso un’immagine di qualità.

 

8- Mantieni aggiornato il blog

Non mi riferisco solo al contenuto, che a mio avviso necessita di essere aggiornato quotidianamente. Crea un foglio Excel con tutti i tuoi contenuti e rivedilo una volta all’anno per cercare qualsiasi tipo di anomalia.